. IMPIANTISTA 4.0

Gli scenari e le prospettive per gli installatori di impianti al centro di un incontro organizzato dalla CNA di Rovigo

Promosso ed organizzato da CNA Rovigo settore Installazione Impianti, in collaborazione con l’Ente Bilaterale dell’artigianato Veneto, si terrà venerdì 29 giugno alle ore 15 presso la sede di via Combattenti Alleati d’Europa un incontro convegno sul tema “Impiantista 4.0 e oltre ……,

 

I lavori coordinati da Franco Cestonaro, responsabile CNA Rovigo del settore Installazione Impianti, prevedono dopo i saluti del portavoce regionale di settore Antonio Fantoni e del portavoce provinciale Graziano Avanzi, le relazioni di un funzionario dell’Arpav sul tema “Impiantistica 4.0 e oltre …. Domotica e automazione degli uffici, dell’Architetto Gianluca Trentini che svilupperà l’argomento “BIM, un sistema di progettazione integrata dell’edificio, a cui seguirà l’intervento di Roberto Crepaldi Process Analyst dell’azienda “888 software products srl soluzioni multipiattaforma,

 

L’installatore tradizionale – afferma Antonio Fantoni, Portavoce regionale degli installatori – è tutt’altro che fuori gioco, ha le competenze e le professionalità per installare le nuove tecnologie e dichiararne la regola d’arte applicando le corrette norme tecniche, ma, nel contempo, è necessario sia consapevole dei cambiamenti e vi si adatti approfondendo la conoscenza sulle nuove tecnologie digitali.

 

In questo ambito – prosegue Graziano Avanzi, Portavoce provinciale di Rovigo degli imprenditori del settore – la domotica, l’automazione degli edifici, le tecnologie legate alla rete stanno occupando tutti i settori dell’impiantistica tradizionale. Il processo è inarrestabile e irreversibile anche perché le nuove tecnologie rappresentano l’unico mezzo disponibile per consentire il raggiungimento da parte degli impianti di performance per una maggiore efficienza energetica, di un miglior utilizzo e confort degli impianti, di un minor impatto ambientale, con la possibilità di un loro controllo in remoto.

 

La seconda parte dell’incontro – aggiunge Franco Cestonaro – sarà incentrata sui vantaggi dati dal sistema di progettazione BIM ( building information modeling ) che presuppone un metodi di lavoro collaborativo , in quanto consente di inserire in un unico progetto  le caratteristiche fisiche , funzionali e prestazionali di ogni oggetto o componente utilizzati nello stesso modello tridimensionale di un edificio ,  oltre al fatto di coinvolgere diverse figure professionali ( architetti, ingegneri, impiantisti, collaudatori ) apportando ciascuno le proprie competenze e conoscenze.

 

L’incontro, conclude Antonio Fantoni, rappresenterà, quindi, l’occasione per evidenziare le opportunità di lavoro offerte fin d’ora dalle nuove tecnologie, cercando di dare risposte ai dubbi ricorrenti fra i colleghi installatori e che riguardano la conoscenza delle nuove tecnologie; le tecniche di progettazione degli impianti di domotica e di automazione; l’impatto del 4.0 nel settore.

Documenti Allegati: