. Sabato 27 gennaio il Consorzio Università Rovigo propone l'annuale appuntamento con l'University Day

Previsto il collegamento in teleconferenza con Angela Bononi ricercatrice polesana all’University di Honolulu

Per un giorno il CUR diventa un effervescente contenitore di spazi dedicati alla conoscenza e al sapere, con lezioni dimostrative, miniconvegni, incontri, tour guidati e momenti di confronto e dibattito. I ragazzi degli Istituti Superiori, a partire dalle classi terze, si sentono coinvolti, protagonisti, proiettati in un ambiente diverso rispetto a quello scolastico; una esperienza sicuramente formativa, utile per far loro respirare l’aria carica di stimoli, che è propria dell’Università.

 

Ogni anno il CUR si impegna ad aprire le sue porte per accogliere gli studenti che si apprestano a scegliere il loro percorso per il futuro, per stimolare la loro curiosità, far percepire quanto è importante approfondire la propria formazione culturale e le proprie competenze.

Sabato 27 gennaio un’intera giornata per conoscere la sede universitaria rodigina, le sue proposte formative, i corsi di Laurea attivati grazie alla collaborazione con l’Università degli Studi di Padova e di Ferrara.

Una occasione unica per immergersi nella nostra realtà universitaria e per conoscere a fondo l’ampia e qualificata offerta formativa del Consorzio Università Rovigo, grazie al dialogo e al confronto con docenti, studenti universitari e tutor.

Da non perdere l’incontro in Aula Magna al quale partecipano relatori di alto profilo nazionale che portano la loro esperienza sul campo, per parlare ai giovani e al territorio di opportunità, di scelte, di competenze da acquisire e valorizzare.

Un evento che vuole rappresentare una esperienza di approfondimento per i ragazzi delle scuole polesane, ma anche per i rappresentanti istituzionali, le imprese, le associazioni di categoria.

Preziosa la partecipazione di Angela Bononi che in teleconferenza dalle Hawaii parlerà della sua esperienza come ricercatrice, della passione per la scienza e dell’impegno per raggiungere i propri obiettivi, con determinazione e credendo fortemente nel valore della conoscenza.

La ricercatrice, originaria di Fiesso Umbertiano, è una dei cinque giovani ricercatori italiani che si sono aggiudicati gli Issnaf Awards 2017, assegnati l’8 novembre all’Ambasciata italiana di Washington. Lavora presso la University of Hawaii Cancer Center di Honolulu e sarà collegata in teleconferenza Sabato 27 gennaio con gli studenti e i rappresentanti del territorio nell’Aula Magna del CUR.