. Spesometro: Rinvio al 16 ottobre

Accolte le sollecitazioni anche da parte della Cna

Alla luce dell’ulteriore interruzione dei servizi di trasmissione e dell’impossibilità di capire i motivi che portano allo scarto delle forniture di dati, il termine di invio dei dati delle fatture attive e passive è stato ulteriormente spostato al 16 ottobre 2017.

Ad indicarlo è Il Ministero dell’Economia e delle finanze tramite comunicato stampa che annuncia la firma di un DPCM con cui sarà disposta un ulteriore spostamento del termine

La Cna aveva proposto un ulteriore slittamento al 18 ottobre per l'invio dello spesometro dopo che l'Agenzia delle Entrate aveva annunciato un'ulteriore proroga al 5 ottobre 2017.
E' apparso chiaro che il primo invio di una così imponente mole di dati richiesti alle imprese, spesso con chiarimenti insufficienti o giunti all'ultimo momento e con modalità di trasmissione che appaiono non adeguate a supportare un tale flusso di informazioni, necessitava di un intervento. 
A questo punto per è indispensabile un intervento del Governo e del Parlamento per garantire la non punibilità degli errori commessi per i primi invii di dati fatture e liquidazioni IVA, così come per far ritornare a cadenza annuale l'adempimento.