. Varato il nuovo Ccnl per meccanica, autoriparazione e installazione impianti

L'accordo scade il 31/8/2019

Dal luglio scorso è stato siglato il nuovo Ccnl per i dipendenti del settore meccanica, installazioni impianti ed autoriparazioni. il Ccnl decorre dal 01/08/2017 e scade il 31/8/2019. Ad annunciarlo è la Cna Rovigo che puntualizza le principali novità previste dall'accordo:

Viene istituito un ERT (elemento regionale transitorio) da erogare dal 1/9/2016 al 31/7/2017 ad operai, impiegati e quadri per le ore effettive prestate (compresi permessi retribuiti per assemblee, cariche sindacali, maternità obbligatoria. Inoltre in caso di infortunio la retribuzione di riferimento terrà conto anche dell'ERT).

Ai dipendenti (operai, impiegati, quadri) in forza al 1/8/2016 e assunti prima del 1/7/2015 è riconosciuto un importo una tantum (a titolo di vacanza contrattuale) di 300 euro da corrispondersi in 4 tranches di 75 euro ciascuna alle seguenti scadenze: novembre 2016, febbraio 2017, aprile 2017 e luglio 2017.

Fino al 31/7/2017 si potranno superare i limiti numerici previsti dalla contrattazione e dalla legge in merito alle assunzioni a termine inoltrando apposita richiesta alla Commissione Regionale appositamente istituita presso l'EBAV. Entro 10 giorni lavorativi la Commissione esprimerà il proprio parere che sarà vincolante.

In alternativa alla flessibilità di cui al CCNL, il Contratto integrativo regionale del 28/7/2016 richiama i diversi regimi di orario già introdotti dalla precedente contrattazione e precisamente il regime di orario su base quadrimestrale che prevede la possibilità di gestione dell'orario contrattuale di lavoro settimanale (40 ore) come media nell'arco temporale del mese di calendario. Tale gestione sarà possibile per un periodo di 4 mesi continuativi nell'arco di 12 mesi.

E' previsto anche un regime di orario superiore ai 4 mesi con la possibilità di gestione dell'orario contrattuale di lavoro settimanale (40 ore) come media nell'arco temporale del mese di calendario.

Tale gestione sarà possibile per un periodo superiore a 4 mesi fino a 12 mesi continuativi nell'arco di 12 mesi.

"L'accordo - dichiara Luca Bedendo Portavoce della CNA Produzione Meccanica - conferma un aumento medio mensile di 42 euro in busta paga e prevede la possibilità di definire una "quota contrattuale" da finalizzare alla previdenza complementare.

Un'intesa fondamentale - continua Bedendo - per la categoria che rafforza le relazioni sindacali nel Veneto."