. Cna Rovigo: Uova e Colombe Pasquali

Anche a Pasqua gli italiani scelgono la qualità. Soprattutto a tavola. Lo afferma la Cna Rovigo a seguito di un'indagine condotta a livello nazionale tra imprese della pasticceria e di produzione di cioccolata dove è chiaro il il successo di  colombe e  uova di cioccolato artigianali. Le vendite di queste superstar sono previste in crescita del 7,5 per cento rispetto all'anno scorso.

Quattro famiglie su dieci non hanno dubbi e consumeranno almeno uno dei due prodotti. Una famiglia su dieci non mangerà altro che queste delizie di alta qualità. Senza badare a spese. Per un uovo si spende mediamente intorno ai 40/42 euro al chilo con punte di 80/90; per una colomba fino a 40 euro. In entrambi i casi, un chilo di prodotto riesce a soddisfare le esigenze di almeno 10/12 persone.

Il fatturato delle colombe artigianali si attesta tra i sette e gli otto milioni su un mercato che ne vale circa 24. Il giro d'affari delle uova di cioccolato tra gli otto e i dieci milioni rispetto ai 30 complessivi. 

In confronto al 2016 il giro d'affari delle uova artigianali per la Pasqua 2017 cresce - secondo la stima individuata dall'indagine - di 425mila euro. Rispetto al 2016 il giro d'affari delle colombe artigianali per la Pasqua 2017 cresce di 315mila euro. Aumenta (rispetto alla Pasqua 2016), come è già successo a Natale per il panettone, l'acquisto di colombe (+ 5,5%) e di uova pasquali ( +7,5%) direttamente nelle pasticcerie artigiane. Questa l' opzione del 35% degli italiani che desiderano essere sicuri di assaporare un prodotto di alta qualità: almeno un uovo pasquale o una colomba acquistati in una pasticceria artigiana è presente a tavola il giorno di Pasqua, secondo gli operatori intervistati. Il 9%, porterà a tavola esclusivamente uova o colombe artigianali di alta qualità acquistate direttamente nelle pasticcerie e/o prodotti nei laboratori dolciari. Il 3 % non sceglierà tra uova di Pasqua o colombe ma porterà entrambi i prodotti a condizione che siano di alta qualità artigianale. Per un uovo di Pasqua artigianale gli italiani saranno disposti a spendere mediamente fino a 40/42 euro al kilo con punte di 80/90euro mentre per una colomba artigianale gli italiani saranno invece disposti a spendere fino a 40 euro al kilo. In entrambi i casi si riesce a soddisfare le esigenze di almeno 10/12 persone tenendo conto che la presenza contestuale dei 2 prodotti a tavola consente di "continuare" la degustazione in famiglia anche successivamente al classico giorno di Pasqua